Pace in me e pace nella terra

Pace in me e pace nella terra
Sono stata attratta da queste parole qualche giorno fa, mentre stavo curiosando qua e là su internet e mi sono fermata per approfondire la lettura. Ho scoperto che erano parole legate ad un evento che si sarebbe svolto a Pistoia di lì a qualche giorno ed ero ancora in tempo per partecipare. Pur non essendo buddista praticante, seguo con molto interesse le conferenze del Dalai Lama in Italia alle quali partecipo puntualmente ed ho letto alcuni libri del monaco vietnamita Thich Nhat Han di cui condivido l’importanza in questa epoca, delle pratiche di consapevolezza. Leggendo l’articolo, scopro che si tratta di un evento che comprende la meditazione camminata a Pistoia, una iniziativa della comunità monastica di Plum Village creata da Thich Nhat Hanh chiamato anche Thay (Maestro).
Era un’occasione che non potevo perdere !
Sapevo già che Thay ha dedicato gran parte della sua vita alla diffusione della meditazione consapevole come risorsa per la pace nel mondo ma, ormai 92enne e provato dalle conseguenze di un ictus, ha scelto di proseguire il suo percorso nella terra natale da cui era stato esiliato. I 6 giovani monaci, provenienti da diverse parti del mondo, portano avanti questo importante incarico e sono stati i protagonisti di un tour italiano che li ha visti percorrere il sentiero di San Francesco da La Verna ad Assisi dove sono stati accolti dalla comunità Francescana con la quale hanno trovato molti aspetti in comune nel percorso spirituale. Giornate di Consapevolezza e Meditazioni camminate, si sono svolte ad Arezzo e San Rossore in provincia di Pisa.
L’evento che si è svolto nella bellissima Sala Maggiore del palazzo comunale, inizia con la proiezione dei video degli appuntamenti precedenti ed ho pensato che fosse un peccato non esserne stata a conoscenza, al cammino di San Francesco mi sarebbe davvero piaciuto partecipare !
Entrano i monaci, di cui quattro fratelli e due sorelle, 6 persone che in effetti, per molti aspetti ricordano le caratteristiche di San Francesco ma, ciò che più mi ha colpita osservandoli è stato lo sguardo, profondo e presente a cui decisamente non siamo abituati. Alcuni di loro parlando trasmettevano calma e pace, altri gioia e allegria e in questo clima abbiamo sperimentato delle brevi e semplici tecniche di respiro consapevole durante le quali la sala cadeva in un prezioso silenzio praticamente impossibile da ricreare con tante persone presenti. Le meditazioni erano accompagnate dal suono della campana tibetana ma i monaci ci invitavano a portare l’attenzione anche al suono delle campane del Duomo che per l’appunto, di tanto in tanto entravano in questo spazio di silenzio. Con allegria, calma e dedizione ci hanno spiegato l’importanza della pratica per un ritorno a noi stessi, alla presenza e alla concentrazione, in un’epoca e in una società dove tutto è perfettamente organizzato per tenere la mente costantemente impegnata nei pensieri, nel passato, nel futuro e mai nel momento presente, le conseguenze di questo atteggiamento, le osserviamo o le viviamo in prima persona ogni giorno. Esse si manifestano principalmente in difficoltà interiori o malattia ma anche nel degrado della meravigliosa terra che gentilmente e pazientemente ci tiene come ospiti. L’incontro è durato circa un paio di ore che sono praticamente volate, sono stata rapita dalle parole e dal carisma di queste umili persone e le condivido pienamente. Questa esperienza si è conclusa con la Meditazione camminata, un giro silenzioso con passi lenti e consapevoli per le vie del centro storico di Pistoia. Un grande cerchio di energia ha abbracciato l’intera piazza antistante il palazzo comunale e, tra saluti, foto e ringraziamenti i 6 monaci portatori di pace, hanno terminato così, il loro soggiorno italiano. Oggi infatti, hanno fatto ritorno in Francia nella comunità di Plum Village.
Sono tornata a casa felice e leggera per questo motivo ho voluto dare risalto a qualcosa di buono e positivo di cui troppo poco si parla, come un’oasi di pace in mezzo ad un mare in tempesta fatto delle peggiori notizie di cui siamo costantemente bombardati.
La pace e la gioia, sono possibili !
2019-06-06T12:25:13+02:00
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: