Affronta la tua paura, conosci te stesso e cambia la tua vita

Chi di noi non ha mai sentito il desiderio di cambiare qualcosa nella propria vita?
E chi, pur sentendo questa necessità ha scelto di non seguire questo bisogno, sentendosi poi, un animale in gabbia?
Un malessere interiore, spesso corrisponde all’esigenza di cambiamento e se non riusciamo ad ascoltarla,
la vita si complica.
Quando ho incontrato Giovanni, Ginola e Stefania, fondatori dell’Associazione Giove’s Way, mi hanno parlato di un corso che hanno chiamato CONOSCERE PER CAMBIARE. Mi hanno raccontato degli anni trascorsi nell’impegno del lavoro personale finalizzato alla ricerca di quella consapevolezza che rappresenta un punto di inizio nella strada che conduce alla felicità.
Ma che cos’è la felicità?
Dalle loro parole ho compreso che la felicità non è un concetto astratto e irraggiungibile ovvero quello stato di grazia dove tutto nella vita va bene, secondo i nostri criteri mentali. Felicità significa riuscire a mantenere una sorta di equilibrio di fronte alle esperienze a cui andiamo costantemente incontro e per equilibrio s’intende, sia godere dei momenti migliori che affrontare con forza e coraggio le fasi difficili. Si cade? Assolutamente sì ! Ma è bene sapere che quando ci troviamo con la faccia a terra tutto è lecito, piangere, disperarsi perfino chiudersi in se stessi o anche cercare di scappare. Forse però è bene sapere che a quel punto, abbiamo due sole scelte: rimanere giorni, mesi o addirittura anni a crogiolarsi dentro il problema oppure rimboccarsi le maniche e trasformarlo, ponendosi davanti l’obiettivo della felicità. E’ facile? No ! Ed è per questo motivo che per trasformare una difficoltà profonda nel meglio per noi e per la nostra vita, spesso c’è bisogno di una mano amica.
I ragazzi di Gioves’ Way, ad un certo punto del loro cammino di studi ed esperienze, hanno sentito il desiderio di condividere le meravigliose scoperte, in tema di felicità, vissute in prima persona.
E’ nato così, il percorso di CONOSCERE PER CAMBIARE
Parlandone, ho percepito il loro entusiasmo, il desiderio di espandere le regole del cambiamento e mi sono iscritta al corso che si è tenuto sabato scorso a Scandicci presso Spazio21.
E’ stata davvero una bella esperienza e l’atmosfera che si respirava era quella piacevole e rassicurante del salotto di casa, Ginola infatti, di tanto in tanto si intervallava con Giovanni leggendo brani o recitando poesie. Tra i partecipanti si è creato fin da subito uno spirito di gruppo e di condivisione.
Mi sentivo decisamente a mio agio !
Giovanni ci ha parlato della struttura dei nostri bisogni ed ho capito che si trattava dei veri bisogni, quelli a noi sconosciuti perchè si trovano nella remota profondità della nostra memoria inconscia, quelli che affiorano normalmente, infatti, possiamo definirli semplici desideri. Abbiamo così scoperto come essi si evolvono e come la loro realizzazione o non realizzazione interagisce nella nostra vita quotidiana ovvero, nelle relazioni, nel lavoro e nel rapporto con il denaro. Oggi posso dire che partecipare a questa giornata è stato un pò come accedere una luce in una parte oscura della mia interiorità e giorno dopo giorno, sto realizzando che in quella zona del nostro essere, c’è veramente tutto quello che occorre per vivere al meglio possibile questa vita. Ci sarà bisogno di accendere ancora altri fari per arrivare ad una sorta di autentica felicità ed è per questo motivo che Giove’s Way ha messo a punto un intero percorso che tocca praticamente tutti i temi principali della vita, in relazione alla nostra natura di esseri umani messa alla prova dalla struttura e dalle abitudini della società in cui viviamo.

 

2018-11-13T14:22:43+00:00