Cambia il colore della paura e scopri la tua vera identità

Se desideri saperne di più sul sostegno del Reiki, nei casi di ansia o panico,
vieni a sperimentare direttamente i Benefici dell’Energia !
PRENOTA IL TUO PRIMO TRATTAMENTO DI PROVA
Mercoledì’ 13 MARZO dalle 18.00
a Scandicci

Quello di cui parliamo oggi è l’attacco di panico, un disagio destabilizzante e in aumento in questa società in cui nessuno è escluso, donne e uomini di ogni età infatti si trovano a vivere questa esperienza ma si registrano in aumento i casi tra le giovani in età adolescente.
default thumbnail blog Sapzio Reiki
L’attacco di panico altro non è che la manifestazione fisica di un profondo malessere interiore caratterizzato dalla paura e quando esso si presenta è inizialmente scambiato per un vero e proprio problema di salute. I sintomi principali sono infatti la tachicardia, dolore al petto, senso di soffocamento, vertigini, nausea………….ma una volta stabilito che il corpo è sano, l’unico modo per trasformare questo disturbo è quello di dare ascolto al malessere che si trova all’origine della paura. E’ necessario imparare a non alimentarlo con altra paura e prendersi cura dell’identità che, attraverso il panico chiede di essere riconosciuta agli occhi della nostra stessa consapevolezza.
La paura, amica o nemica?
Esattamente come le braccia e le mani sono parti indispensabili del corpo, la paura ci è stata data in dotazione e fa parte della componente emozionale del nostro essere. Essa dunque è assolutamente utile, ovviamente nel suo giusto equilibrio. Per comprendere a cosa serve la paura, provate a pensare alle conseguenze nel caso in cui, ci trovassimo davanti ad un leone e la paura non ci suggerisse saggiamente di scappare ! Il problema si pone quando nella nostra interiorità continuiamo a sentirci minacciati dallo stesso leone anche quando ne siamo ormai lontani, il pericolo non esiste più ma non riusciamo a vedere il gattino amoroso che è davanti ai nostri occhi.
La paura è in grado di farci vedere una realtà distorta,
blocca la naturale evoluzione della vita, sempre nello stesso punto,
consente il ripetersi delle situazioni,
vive la vita al posto nostro !
E’ un dato di fatto che la società in cui viviamo alimenta a dismisura le nostre paure, tutto è infatti perfettamente organizzato per tenerci lontani dalla natura profonda e dalla nostra vera identità. Le giornate sono piene di impegni che si moltiplicano a dismisura fin dalla più tenera età, le richieste di perfezione arrivano dal mondo che ci circonda, l’uso smodato dei media, dei programmi televisivi, della pubblicità e dei  social, alimentano continuamente il contatto con la paura e messaggio illusorio che chiude la mente in questa gabbia è quello di facilitare e velocizzare i compiti quotidiani o addirittura rilassarci.
Il panico non si combatte ma si trasforma
Una volta compreso che il panico non è un nemico da combattere ma parte integrante del nostro essere è consequenziale capire che per essere utile alla nostra vita, ha bisogno di essere condotto amorevolmente nel suo naturale equilibrio. Per raggiungere questo scopo, è necessario rivedere completamente noi stessi e il mondo che ci circonda oltre che, trasformare il vivere quotidiano e per farlo, abbiamo a disposizione alcuni strumenti.
La prima regola è quella di
TROVARE UN ALLEATO 
per trattare con estrema cura la paura e con essa la ferita sconosciuta che ne da origine, porre dinanzi al panico rigidità e impegno mentale genera altra paura e funziona un pò come gettare benzina nel fuoco.
Gli approcci per rendere docile il leone che si pone davanti ai nostri occhi, possono essere diversi e nei casi più complessi occorre un sostegno psicoterapico o farmacologico ma per un percorso completo è possibile integrare questi percorsi con veri e propri sostegni di energia.
Uno stile di vita sano ed equilibrato nella velocità è senza dubbio il primo passo da compiere, è un dato di fatto inoltre che la corretta alimentazione e una costante attività fisica, portano beneficio al corpo e alla mente ma il tempo da dedicare ad un lavoro personale diverso da quello che ci viene imposto quotidianamente, potrebbe rivelarsi l’arma vincente. Pochi minuti al giorno di meditazione, pratiche di consapevolezza o tecniche di rilassamento costituiscono un importante sostegno di energia nel cammino che ci viene chiesto di compiere per uscire dal vortice del panico.
Reiki, un sostegno di energia
Reiki è senza dubbio uno dei più validi alleati utili a ristabilire equilibrio e armonia nei percorsi di cura e trasformazione del panico, esso infatti si integra perfettamente alle cure mediche così come si unisce ad altre discipline. Durante un trattamento, le mani dell’operatore stabiliscono quella che dovrebbe essere per il nostro benessere, una condizione naturale ovvero, la connessione tra l’energia dell’Universo e la nostra energia individuale. In questo contatto, tutto il nostro essere, si riconosce come parte integrante dell’Universo, la sensazione che si avverte interiormente è un pò come tornare a casa dopo un lungo viaggio. Sentiamo di essere in uno spazio confortevole e familiare e ci affidiamo all’energia che ci accompagna amorevolmente in un profondo rilassamento in cui riusciamo a staccare la spina delle tensioni abbandonando il controllo della mente. È in questo momento di assoluto benessere che la nostra natura profonda, dimenticata dalle esperienze della vita nei meandri dell’inconscio viene alimentata dall’energia e si risveglia in una sorta di vera e propria rinascita. Passo dopo passo si acquisisce consapevolezza e i malesseri o disagi, si avviano verso la strada della guarigione.
Per la cura e la trasformazione del panico è necessario intraprendere un percorso di 4 trattamenti per poi stabilire nuovi contatti con l’energia di tanto in tanto. In questo modo, iniziamo un cammino in cui si impara a riconoscere la nostra vera identità profonda e con essa i nostri reali bisogni e si inizia a percepire l’armonia con noi stessi e con il mondo che ci circonda.
Un trattamento Reiki, dura circa un’ora e non è necessario un abbigliamento particolare anche se, dei comodi indumenti, favoriscono il rilassamento.

2019-03-08T09:46:37+01:00
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: