Il coraggio di voltare pagina

Ho scelto di vivere il periodo di pandemia come un percorso di silenzio e introspezione, osservando con stupore come, l’energia sprigionata da un minuscolo essere non pensante, sia stata capace di mettere in seria difficoltà il mondo intero e ciò che emerge, ascoltando le persone che condividono con me il proprio stato d’animo, sono due emozioni prevalenti:

Rabbia e paura

Ci muoviamo un pò tutti guidati dalla loro energia, ognuno con le proprie, oggettive motivazioni a seppure, a diversi livelli di consapevolezza. C’è infatti chi, in questo momento, sentendosi abbandonato e senza tutela, reagisce nella rabbia, e c’è chi ha paura di affrontare l’incertezza di un futuro che non vede più programmabile. In entrambi i casi, si percepisce una comprensibile destabilizzazione, data dalla perdita di controllo sulla propria vita che infondeva in precedenza, uno stato di illusoria sicurezza. La mia volontà ora, non è quella di aggiungere un’altra voce allo stesso coro, piuttosto, vorrei proporre una visione diversa della stessa realtà, in modo tale da oltrepassare il limite dettato dalle emozioni ed operare la doverosa trasformazione di un momento di difficoltà in occasione di autentica

Rinascita

attraverso il contatto con l’identità vera, libera e profonda

Cerchiamo di essere concreti, analizzando i fatti: il minuscolo essere non pensante, ci ha imposto un atteggiamento energeticamente innaturale. Nello stare fermi per un tempo mediamente lungo, ci siamo sentiti messi alla prova al punto tale che, una volta allentata la tensione, liberare le emozioni è stato un passaggio inevitabile. Tuttavia, trascorsa questa fase, esistono solo tre scelte che possiamo operare e anche se, ognuna potrebbe risultare la migliore, dal punto di vista di chi percorre il proprio, unico cammino, di fatto, una sola, conduce all’obiettivo che in questa riflessione, ci siamo prefissi.

  • Una possibilità è quella di perseverare nella rabbia cercando sempre nuovi capi espiatori a cui rivolgere l’attenzione, sprecando l’energia che potremmo utilizzare in nostro favore.
  • L’alternativa, potrebbe essere quella di perseverare nella paura, il che, comporta l’inevitabile fuga dalla realtà oppure ci rende incapaci di reagire dinanzi all’immagine illusoria di ostacoli enormi e impossibili da superare.

Un dato di fatto a cui sono arrivata attraverso varie esperienze di vita, mi porta a pensare che ogni scelta è legittima, date le circostanze e lo stato d’animo in cui viene operata, tuttavia, ho anche imparato che è di fondamentale importanza rispettare sè stessi, nell’assumersi le proprie responsabilità e acquisire così maggiore consapevolezza sulle proprie emozioni e dunque sappiamo che, quando lasciamo che la rabbia o la paura vivano la nostra stessa vita, non siamo a contatto con la nostra vera identità, tantomeno con le nostre reali necessità.

Non stiamo esprimendo al meglio, le nostre capacità

Risultato: i problemi si moltiplicano

  • La terza ma non ultima scelta, in termini di importanza, potrebbe essere quella di oltrepassare i limiti delle emozioni, attraverso un percorso di lavoro personale e profondo, utilizzando strumenti di contatto con l’energia il che significa, fare leva sulla forza e sul coraggio che attingono da un‘identità libera e consapevole.

Prendiamo atto del problema, cercando reali possibilità di soluzione, sia dentro che fuori di noi

Risultato: si risolve il problema.

Essendo nati e cresciuti in una società che ci tiene costantemente sull’onda delle emozioni, non siamo abituati ad ascoltare il naturale contatto profondo con la nostra identità, colei che conosce perfettamente la strada, colei che ci guida, indicandoci sempre la direzione giusta. Per tornare a questa dimensione, non solo è necessario abituarsi ad utilizzare uno strumento di energia ma è anche necessario, una volta individuato lo strumento, affidarsi a chi, prima di noi, ha imparato ad utilizzarlo e non tanto perchè ha letto sui libri le istruzioni per l’uso ma perchè lo ha sperimentato a lungo nel proprio cammino, valutandone, in prima persona, i benefici.

Riparti con il piede giusto, riparti da te stesso

INIZIA DA QUI

Prenota

2020-05-16T14:31:57+02:00